Loading...
Meccatronica 2017-04-03T12:57:47+00:00

MECCATRONICA: LA MECCANICA DEL FUTURO

La Meccatronica, evoluzione di quella che ancora oggi è conosciuta come Metalmeccanica, riguarda non solo il processo produttivo, ma anche il prodotto dove meccanica, elettronica e informatica convergono aprendo opportunità fino a ieri inimmaginabili.

La Meccatronica è fortemente interdisciplinare, nel suo perimetro si intersecano infatti tutte le discipline attinenti i sistemi meccanici (elementi meccanici, macchine, macchine di precisione), i sistemi elettronici (microelettronica, elettronica di potenza, tecnologia dei sensori e degli attuatori) e le tecnologie informatiche (automazione, teoria dei sistemi, ingegneria del software e l’intelligenza artificiale).

Lo scopo della Meccatronica è connettere i sistemi di produzione per semplificare il lavoro dell’uomo e aumentare l’efficienza produttiva delle imprese. La Meccatronica è sinonimo di eccellenza di prodotto, dalle più avanzate tecnologie ai più piccoli e semplici componenti.

Ma la Meccatronica non è solo tecnologia: è organizzazione, maggiore sicurezza, nuove opportunità, Industria 4.0 e molto altro. Ed è per questo che per spiegare la Meccatronica è necessario prendere in considerazione alcuni fattori, non soltanto le innovazioni e i cambiamenti tecnologici, ma anche il miglioramento delle condizioni di lavoro, la competenza delle risorse umane, la cura nelle relazioni con il territorio e la revisione dei processi interni. La Meccatronica è, in sintesi, la meccanica del futuro.

La Meccatronica è, in sintesi, la meccanica del futuro. 

MECCATRONICA E FORMAZIONE

Diversi sono i percorsi di formazione in ambito meccatronico che coinvolgono le imprese nei canali di istruzione secondari e terziari.

Rilevanti sono le collaborazioni scuola e imprese nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro per istituti tecnici e professionali a indirizzo meccatronico. Tra queste merita particolare menzione il progetto Traineeship: si tratta di un progetto sperimentale di Federmeccanica e del Ministero dell’istruzione dell’Università e della Ricerca che punta a coinvolgere 5000 studenti provenienti da 50 istituti tecnici, selezionati dal MIUR, in percorsi triennali di alternanza scuola-lavoro con la collaborazione di almeno 500 imprese. Il progetto è attivo 50 province italiane, 6 delle quali sul territorio lombardo (I numeri lombardi: 600 studenti, almeno 60 imprese per un monte ore complessivo di 240.000 nel triennio 2016/2018)

Tra i soggetti attivi nel territorio lombardo per la formazione dei “futuri meccatronici” contiamo all’incirca 40 istituti tecnici e professionali e 4 corsi ITS a cui si aggiunge l’offerta formativa di 3 atenei .

Ma anche quando si parla di formazione continua, le aziende non stanno di certo in panchina!

Nel quadriennio 2013-2016 sono stati più di 5300 i lavoratori del settore metalmeccanico che hanno partecipato ad attività di formazione continua. Per costoro, attraverso i finanziamenti di Fondimpresa, le aziende hanno attivato – nel solo territorio di Milano, Monza e Brianza e Lodi – quasi 900 corsi erogando circa 14.000 ore di formazione a favore dei proprio dipendenti (ore uomo in formazione: 77.645).

DIVENTA MECCATRONICO