The One Love Machine Band: arte e ingegneria by Kolja Kugler

Kolja Kugler– scultore e musicista – è quella che si dice una mente meccatronica: un uomo dall’intuito creativo che è ricorso alle ingegnerie meccanica ed elettronica per realizzare una soluzione. Ovvero, The One Machine Band, la prima band rock metallara doc al mondo. Le macchine suonanti,
accompagnate dal manager robotico Sir Elton Junk, sono due: il batterista Rubble Eindhoven e il
bassista Roots Afreakin.

Tecno-musicisti metallari

I tecno-musicisti sono realizzati in metallo di scarto.
Nella ferraglia Kluger ha trovato molte parti mobili come una pinza, con la quale ha costruito una mascella inferiore. L’obiettivo iniziale era una scultura. Ma quando è stata completata, un’amica dell’artista gli ha fatto conoscere i sistemi pneumatici. Così Kugler ha innestato il suo primo pistone nella bocca della sua scultura.

La strada di Kugler

Vent’anni anni dopo, quella faccia ha spinto Kolja Kluger a riprendere la strada. Pur consapevole di avere un deficit di nozioni ingegneristiche, non si è dato per vinto anche perché il compito di realizzare questi oggetti in movimento non finisce dopo aver preparato il prodotto: Rubble e Roots devono essere sottoposti a manutenzione e assistenza per essere in forma durante gli spettacoli in giro per il mondo. Oggi, se la vite sfugge durante la performance Kluger sale sul palco e le aggiusta in diretta, stile meccanico di F1 al pit-stop.

Sezione flauti: bird robot

Ogni membro della band ha una personalità distintiva. Sir Elton Junk, il manager della band è
stato il primo robot creato da Kolja Kugler. Siede in un carrello della spesa durante lo spettacolo e
sembra sempre scettico. Il batterista Rubble Eindhoven, l’ultimo nato, è stato portato a termine in un anno. Ora è il robot più sofisticato dal punto di vista del movimento. Roots Afreakin, il bassista nel cui nome c’è una quota di follia (Freak) ma anche una quota di Continente nero: pare che Kugler abbia intravisto nella sua creatura un intemperante musicista reggae di colore.
A sostenere la band il coretto: uno stormo di uccellini meccanici seduti su un’antenna della televisione, ogni uccello ha un suo flauto collegato all’antenna. Per godersi uno spettacolo, basta digitare su Youtube il nome della band oppure accedere alla pagina Facebook di Kluger.

2019-11-05T12:04:27+00:00 5 novembre 2019|Categories: News|