Marco Granata – Continuus Properzi

Dipendente:
Marco Granata

Azienda:
Continuus Properzi

Domande e risposte:

D: Come ti chiami? Quanti anni hai?
R: Mi chiamo Marco Granata, ho 47 anni e lavoro in Continuus Properzi dal 1990.

D: Qual è il tuo ruolo in azienda?
R: Sono il responsabile dell’officina e mi occupo della sua gestione.

D: Negli ultimi anni le aziende sono cambiate molto. Quali sono gli effetti positivi che hai notato sul tuo lavoro?
R: Negli ultimi anni ho potuto notare tre grandi cambiamenti che riguardano le aziende: il modo di lavorare, la formazione delle persone e la sicurezza. Ho molto apprezzato anche il cambio di mentalità che tutto ciò ha generato negli addetti ai lavori.
Anni fa, l’operaio era un mix di esperienza, fatica e sacrificio e in generale operava da “solista” su macchine meccaniche. Oggi invece competiamo a livello globale e gli addetti si sono trasformati in tecnici che devono necessariamente lavorare in team.
La Meccatronica è uno degli elementi di un’innovazione che non deve farci paura. Un mix perfetto tra elettronica, meccanica ed informatica da non confondersi con la sola automazione. Troppo spesso si ha paura del cambiamento e la tipica frase “Si è sempre fatto così” frena la possibilità di migliorare i processi; per questo dedichiamo molto impegno alla formazione dei giovani. Anche le scuole di settore possono aiutare e promuovere questo tipo di cambiamento. Se tempo fa si diventava esperto di macchina mediante l’utilizzo di macchinari sempre più complessi, oggi possiamo dire che, senza una buona base scolastica, i nostri ragazzi avrebbero difficoltà anche solo ad accendere i macchinari.
Inoltre, è doveroso rivolgere un pensiero anche ad un altro settore che interagisce con questa nuova disciplina: la sicurezza. Negli ultimi anni sono sicuramente diventati fondamentali in questo settore alcune considerazioni e comportamenti a cui il tecnico deve attenersi.
È infine fondamentale tenere a mente che la macchina può diventare sempre più vicina alla perfezione a livello tecnologico, ma è l’Uomo che può renderla veramente importante, con quelle qualità che lo distinguono: conoscenza, metodo e… tanta passione.

D: La Meccatronica in una parola è…?
R: Per me è un mosaico.

2017-11-13T16:52:37+00:00 5 giugno 2017|#IoMeccatronico|